Detrazione spese funerarie

Novità 730 e vincolo di parentela

A partire dalla scorsa dichiarazione dei redditi le spese funebri detraibili sostenute dai contribuenti sono inserite direttamente dall'agenzia delle entrate nel modello 730 precompilato insieme alle spese mediche, sanitarie e relative all'istruzione.
Oltre alla novità del modello 730 precompilato è stata introdotta un importantissima novità, l'abolizione del vincolo di parentela.
Cos' è il vincolo di parentela? Con la precedente norma portava in detrazione le spese funebri pari al 19% irpef, solo un parente in linea diretta ossia, padre, madre, figlio, nonno, nipote e in linea collaterale fratelli, zii e nipoti.
La nuova norma prevede che chiunque sostenga per qualunque persona una spesa funebre anche senza alcun vincolo di parentela la può detrarre dalle tasse.
La nuova legge di stabilità 2016 commi 954  e 955 porta la soglia di detraibilità da € 1549,37 a € 1550,00 per un importo totale di detrazione di € 294,50.
Nel caso la spesa sia sostenuta da più contribuenti, la detrazione totale di € 294,50 va suddivisa per quanti hanno contribuito alla spesa del funerale o dei funerali qualora vi sia stato più di un decesso nell'arco dello stesso anno.
La fattura verrà cointestata agli eredi che hanno contribuito alla spesa i quali avranno ognuno una copia della stessa da utilizzare per godere della detrazione pro-quota. 
Per poter detrarre dalla dichiarazione dei redditi la propria quota bisogna conservare copia della fattura che potrà inoltre essere inserita nella compilazione della dichiarazione di successione.
DA CHI VENGONO COMUNICATI ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE I DATI FISCALI PER IL MODELLO 730 PRE COMPILATO.
L'agenzia di onoranze funebri rilascia  fattura con i dati identificativi del cliente o dei clienti ed è tenuta a comunicare tali dati all'agenzia delle entrate ai sensi del D.M. 13 Gennaio 2016.
Tali dati saranno a loro volta inseriti dall'agenzia delle entrate nel modello 730 pre compilato.